Il “regno” di Netflix è un must per tutti i fan di “Walking Dead”

Kingdom

Kingdom

Netflix

Uno dei miei pezzi preferiti di zombie fiction, in secondo luogo solo per World War Z (il libro, non il film), è Train to Busan, un film zombie coreano super intenso che era diverso da qualsiasi cosa avessi visto nel genere. Quindi, quando ho sentito che c’era una serie originale di Netflix sugli zombi ambientata nella Corea feudale? Ero pienamente d’accordo per questo, e dovresti esserlo anche tu.

Kingdom dura solo sei episodi, alcuni sono un’ora, ma pochi sono appena 45 minuti, quindi si tratta di circa due quinti di una stagione di The Walking Dead. E questo è qualcosa che consiglio vivamente a tutti i fan di The Walking Dead, nonostante il cambiamento delle impostazioni e le modifiche alle “regole” degli zombi.

The Walking Dead sta ora pianificando una serie di film di budget più grandi mentre la serie cerca di espandersi, e dopo aver visto Kingdom, che sicuramente aveva un budget molto grande, questo è ciò che potrebbe sembrare se AMC dedicasse le risorse per farlo.

Kingdom

Kingdom



Netflix

Kingdom funziona bene perché racconta una storia interessante intrecciata agli zombi, ed è un cambiamento positivo dal “gruppo post apocalittico X va in guerra con il gruppo post-apocalittico Y mentre gli zombi attaccano entrambi i lati”, che è stato il sette anni di The Walking Dead (anche se le cose sono migliorate ultimamente). La storia ruota attorno a un piano per rubare il trono da un principe ereditario, con la sua matrigna, la regina e suo padre, essenzialmente un boss criminale, nascondendo al pubblico il fatto che il re sia morto e sia stato rianimato come zombi. Se la regina dà alla luce un figlio, ha un diritto al trono più grande di quello del principe bastardo, ma l’afflizione di zombi del re inizia a diffondersi nel paese, complicando le cose, per usare un eufemismo.

Forse la cosa più bella di Kingdom è quanto siano selvaggi i diversi zombi da quello che abbiamo visto prima. Sì, sono zombi veloci, il che era vero in treno per Busan e reso popolare in occidente da 28 giorni dopo. Ma sono anche quasi … dei vampiri? Quando il sole sorge, loro dormono durante il giorno, nascondendosi dalla luce, e poi attaccano in massa di notte.

Questo porta ad alcuni buchi nella trama in cui ti chiedi perché le persone non si limitano a tagliare la testa mentre dormono per porre fine al problema. Ma una volta che il problema si è diffuso, ci sono semplicemente troppi cadaveri per farlo, e troppo da fare per prepararsi alle aggressioni notturne, in più gli zombi sono in grado di nascondersi abbastanza bene nella giornata nelle città e nei boschi, così sarebbe impossibile trovarli tutti. Sono anche zombi “fast turn”, quindi se vieni morso, ti trasformerai in uno zombi te stesso in probabilmente non più di trenta secondi, il che rende il contenimento un incubo.

Kingdom

Kingdom

Netflix

Il risultato finale è un dramma zombi che fa bene sia la parte zombi, sia la parte drammatica. La trama del principe, della regina e del trono è davvero interessante. Alcune delle protagoniste sono state affascinanti per le loro esibizioni “poco brillanti”, ma non ho avuto davvero quell’impressione, anche se forse i sottotitoli me lo fanno notare meno. Ho interpretato il personaggio del “dottore” come una specie di sconcio dopo tutto l’orrore, ma alcuni dicono che è una cattiva recitazione. E in un certo senso devi sapere che la recitazione esagerata viene fatta di proposito qui in molti casi, ed è solo lo stile del genere in Corea, quindi non lasciare che ti spenga.

Penso davvero che sia un bene per i fan di Walking Dead andare al di fuori del loro solito zombi per vedere come un altro paese lo fa con un ambiente diverso e diversi tipi di zombi. Oggigiorno non stiamo ottenendo molti contenuti da zombie non-Walking Dead in film o in TV, quindi sembra una boccata d’aria fresca. A sei episodi è facile da superare e le sue torsioni finali ti lasceranno desiderare di più. E la stagione 2 sta arrivando.