7 modi per non annegare in negativo

7 modi per non annegare in negativo

 

Dai un’occhiata alla situazione, fai una passeggiata o sii creativo per alleviare la sofferenza.
1. Cambia linguaggio del corpo

Presta attenzione al tuo corpo quando sei abbracciato da emozioni negative. Guarda il tuo viso: gli angoli della bocca sono abbassati, la fronte è corrugata. Come tieni le spalle? Slouch?

Se hai un focolaio di pensieri negativi nella tua testa, il corpo si comporta di conseguenza. E quando tali pensieri diventano permanenti, si abitua a tale posizione. Devi aver visto persone con una maschera di disprezzo o rabbia sul viso, che persiste in qualsiasi situazione.

Questo funziona anche nella direzione opposta: la posizione bloccata del corpo e la faccia accigliata non creano il miglior umore. Quindi, il tuo primo passo per liberarti dei cattivi pensieri sarà un cambiamento di postura ed espressione facciale. Raddrizza la schiena e raddrizza le spalle. Senti dove la tensione si è accumulata nel corpo e rilassati sorridi. Dopo pochi istanti, sentirai che lo sfondo emotivo sta cambiando.

 



 

2. Discuti i tuoi sentimenti.

Alcune persone parlano a tutti dei loro problemi e persino li godono. Altri mantengono tutto per loro fino all’ultimo, e poi subiscono un esaurimento nervoso.

Se hai emozioni negative che non passano, prova a dirlo a chi ti sta vicino. Mettendo l’irritazione in parole, dai forma alle emozioni e le vedi nella giusta prospettiva. Dopo la conversazione, sarai sorpreso di quanto sia stato stupido preoccuparsi di ciò che è stato espresso, e il negativo scomparirà.
3. Fermare il flusso dei pensieri

Se un migliaio di pensieri ti passano per la testa in un minuto, è difficile decidere qualcosa per te stesso e almeno in qualche modo controllarlo. Se ti aggrappi al negativo, prova solo un minuto a pensare a niente. Attirando l’attenzione su ciò che sta accadendo nella tua testa e su quali pensieri domini lì, puoi cambiare la situazione.
4. Modificare la formulazione

È sorprendente quanto il tono di un’intera frase o pensiero cambi da un piccolo cambiamento nel testo. Confronta: “Ho un periodo difficile nella mia vita, ho problemi” e “Ho un periodo di cambiamenti nella mia vita, sto cercando le soluzioni migliori”. I dati originali non sono cambiati, solo i problemi chiamati cambiamenti. Ma chi può dire che questo non è vero?
5. Diventa creativo

Quando sei attaccato da pensieri negativi, puoi dedicare un po ‘di tempo alla creatività. Funziona proprio come una conversazione, con l’eccezione che non devi avere nessuno con i tuoi problemi. Puoi fare qualsiasi cosa: scrivere in prosa o poesia, disegnare con una matita o vernici. Danza alla fine.

Una spruzzata di emozioni attraverso la creatività è una sorta di arteterapia che non solo fornisce relax, ma alza anche il morale. I pensieri negativi passeranno attraverso di te, si trasformeranno in forma e rimarranno in essa, non nella tua testa.
6. Fai una passeggiata

Spesso sembra che la nostra testa sia l’unica fonte di negatività. Molto spesso lo è, ma succede in un modo diverso. Se sei circondato da persone tossiche, ad esempio, in una famiglia in cui tutti litigano continuamente e si incolpano l’un l’altro, o al lavoro, dove tutti sono nervosi, metà del negativo può essere dovuto al loro umore.

Se non sei un guru, difficilmente riuscirai a liberarti di pensieri pesanti in un tale ambiente. Pertanto, se possibile, lasciarlo calmare. Esci a fare una passeggiata o vai da qualche parte: alla mostra, al tuo caffè preferito, al cinema – questo ti aiuterà a trovare la pace della mente.
7. Fai un elenco di ringraziamenti

A volte ci dimentichiamo di tutte le cose belle della nostra vita. Sembra che non ci sia via d’uscita e su tutti i fronti un completo fallimento. Quindi, seduto in un accogliente e caldo appartamento, essendo venuto dalla sua amata opera, una persona può pensare che la sua vita sia una pozzo nero, ed è un completo perdente. E tutto per la coincidenza di piccoli problemi per il giorno o per incombere sull’anima di un progetto incompiuto.

Per far fronte a questa condizione, annota tutte le cose buone della tua vita di cui sei grato. Ad esempio: “Sono grato per il mio aspetto e la mia salute”, “Sono grato per i miei cari e amati parenti”, “Sono grato per i veri amici”.

Guarda la lista risultante e vedi di persona: problemi minori non possono superarla.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto