Dieta Plank: come perdere 9 chili in 2 settimane

Dieta Plank: come perdere 9 chili in 2 settimane

La dieta Plank promette risultati visibili in pochissimo tempo

La dieta Plank consiste in un regime alimentare iperproteico quindi quasi completamente privo di fibre e carboidrati. In quanto dieta iperproteica e ipocalorica, si può ritenere abbastanza simile alla altrettanto famosa dieta Dukan, che abbonda in carne, pesce, uova e altri alimenti ricchi di proteine.

Il menù settimanale di questa dieta è quasi sempre uguale. La perdita è di cira 9 chili.

E’ una dieta molto sbilanciata a livello di valori nutrizionali ed è quindi consigliato parlare con il proprio medico e non seguirla per molto tempo.



Dieta Plank: come perdere 9 chili in 2 settimane

Dieta Plank: il menu per perdere 9 kg in 2 settimane

La Dieta Plank promette una perdita di peso davvero importante, causata soprattutto dall’accelerazione del metabolismo che tenderà a bruciare più grassi. Di seguito vi proponiamo un esempio di menù originale della Dieta Plank per una settimana.

Lunedì

  • Colazione: caffè senza zucchero;
  • Pranzo: due uova sode e spinaci (poco salati);
  • Cena: bistecca (grande) alla griglia oppure due bistecche di manzo, accompagnata da un contorno di insalata di lattuga e sedano.

Martedì

  • Colazione: caffè senza zucchero ed un panino piccolo;
  • Pranzo: bistecca grande, insalata e frutta a scelta;
  • Cena: Prosciutto cotto (quantità desiderata).

Mercoledì

  • Colazione: caffè senza zucchero ed un panino piccolo;
  • Pranzo: due uova sode, insalata e pomodori;
  • Cena: prosciutto cotto e insalata.

Giovedì

  • Colazione: caffè senza zucchero e un panino piccolo;
  • Pranzo: un uovo sodo, carote (crude o bollite), formaggio svizzero;
  • Cena: frutta a scelta e yogurt magro.

Venerdì

  • Colazione: caffè senza zucchero e carote condite con limone;
  • Pranzo: pesce al vapore e pomodori;
  • Cena: bistecca ed insalata.

Sabato

  • Colazione: caffè senza zucchero e un panino piccolo;
  • Pranzo: pollo alla griglia;
  • Cena: due uova sode, carote.

Domenica

  • Colazione: tè con succo di limone;
  • Pranzo: bistecca alla griglia, frutta (a piacere);
  • Cena: pasto a piacere.

 

Punti importanti

 

  • Alcune indicazioni accessorie sono: bere acqua con frequenza e il più possibile (anche oltre i 2 litri al giorno) per contrastare l’eccesso proteico (tentativo di salvaguardare la salute renale).
  • La dieta andrebbe seguita con fedeltà almeno dall’ottavo giorno in poi.
  • la frutta va assunta in una quantità di 150-200 g ed è a scelta (tranne uva e banane, che sono proibite
  • come dolcificante può essere utilizzata la Stevia;
  •  non si possono bere alcolici di nessun tipo nè l’acqua frizzante (concessa solo quella naturale);
  • i condimenti concessi sono succo di limone, aceto, un cucchiaino di olio al giorno e pochissimo sale;
  • vista la grande restrizione calorica, non è possibile fare attività fisica intensa.

 

La dieta Plank è un regime alimentare iperproteico, perchè vieta i condimenti e i dolcificanti come lo zucchero, oltre che l’alcol e tutte le bevande gassate. La caffeina invece la fa da padrona. Per quanto riguarda lo schema generale, nessun alimento può essere sostituito con un altro: i grassi vegetali sono inesistenti, mentre quelli animali si trovano nella carne e nel pesce, che abbondano in questo tipo di dieta. Si tratta infatti di un regime alimentare che costringe l’organismo ad attivare esclusivamente il metabolismo proteico, per consumare energia e far quindi dimagrire velocemente, ma che rischia di affaticare il fegato.



LE VARIANTI CONCESSE

La versione della dieta Plank modificata, prevede alcune varianti:

– si può sostituire un uovo con una scatola di tonno piccola al naturale

– gli spinaci si possono sostituire con cicoria o biete;

– il panino della colazione può essere sostituito con 3 fette biscottate;

– il formaggio svizzero del giorno 4 può essere sostituito con un formaggio magro;

– le uova possono essere cucinate in altro modo, purchè non venga utilizzato olio.

Come dicevamo prima è davvero una dieta super sbilanciata. I grassi buoni non esistono ma è piena zeppa di grassi cattivi e di uova e carne rossa (colesterolo). oltre a ciò non c’è avocado e mancano moltissimi alimenti SANI!

Personalmente non la farei ma piuttosto cercherei di mettermi seriamente a dieta quindi di seguire un regime alimentare sano e bilanciato ogni giorno.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto