Ecco esattamente cosa fa l’acido salicilico sulla pelle

Nella battaglia da banco contro i breakout, ci sono alcuni giocatori chiave che dovresti conoscere e l’acido salicilico è in cima a quella lista. In parole povere, l’acido salicilico è uno dei maggiori nemici dell’acne. Raggiungi un prodotto nel secondo in cui vedi un brufolo che invade il tuo viso. Lo spalmi su un brufolo durante la notte e spesso, ti svegli al mattino con un brufolo che si secca e molto meno evidente. Ma cosa fa esattamente l’acido salicilico e quali sono i modi migliori per trarne i benefici? Per scoprirlo, abbiamo consultato i dermatologi per aiutare a scomporre esattamente come funziona l’acido salicilico sulla pelle, chi dovrebbe (e non dovrebbe) usarlo e perché è una scelta così popolare per evitare i breakout.

Cos’è l’acido salicilico?
Prima di tutto, stabiliamo cos’è l’acido salicilico. È un po ‘complicato, ma l’esatta struttura dell’acido salicilico è importante per spiegare perché (e come) funziona così bene. Quando si tratta di prodotti per la cura della pelle, ci sono due classi di acidi che vedrai spesso: beta idrossiacidi (BHA) e alfa idrossiacidi (AHA).

“L’acido salicilico è un beta idrossiacido”, afferma il chimico cosmetico Randy Schueller. “[Questo] significa che la parte idrossi della molecola è separata dalla parte acida da due atomi di carbonio, al contrario di un alfa idrossiacido dove sono separati da un atomo di carbonio.”

Inoltre, l’acido salicilico è in realtà derivato dalla corteccia di salice, dice il chimico cosmetico Ron Robinson, e appartiene a una classe di ingredienti chiamati salicilati. Sei ancora con noi? Bene, perché è qui che ci si diverte. “Questa struttura è importante perché rende l’acido salicilico più solubile in olio in modo che possa penetrare nei pori della pelle”, afferma Schueller.

Sia gli alfa che i beta idrossiacidi esfoliano la pelle, ma gli AHA sono solubili in acqua, mentre i BHA sono solubili in olio, spiega il dermatologo Sejal Shah di New York. Esempi di AHA, come riferimento, includono acidi glicolici e lattici.

“In genere, gli ingredienti solubili in olio penetrano più facilmente attraverso gli strati lipidici tra le cellule della pelle”, spiega Shah. In altre parole, gli ingredienti solubili in olio possono penetrare nella pelle a un livello più profondo rispetto alle loro controparti solubili in acqua.

Robinson riassume le loro differenze in modo succinto. “Gli AHA funzionano bene sulla superficie della pelle per sciogliere la pelle vecchia e morta e rivelare una pelle nuova e fresca”, afferma. “L’acido salicilico agisce più in profondità [ed] è in grado di penetrare nei pori per sbloccarli.”

Cosa fa l’acido salicilico per la pelle?
Ciò significa che l’acido salicilico può penetrare in profondità nella pelle per fare il suo lavoro. Questa qualità è precisamente ciò che rende l’acido salicilico un ingrediente così potente per combattere l’acne, specialmente per i punti neri e i punti bianchi.

Una volta che penetra nella pelle, l’acido salicilico “dissolve i detriti cutanei che ostruiscono i pori, [agisce] come antinfiammatorio e aiuta anche a eliminare rapidamente brufoli e pustole infiammati rossi”, spiega Naissan O. Wesley, dermatologa certificata a Los Angeles Angeles.

Secondo Schueller e Wesley, l’ingrediente può penetrare così profondamente nella pelle che interrompe le connessioni tra le cellule della pelle. “Una volta penetrata nella pelle, la parte acida della molecola può dissolvere parte della” colla “intracellulare che tiene insieme le cellule della pelle”, afferma Schueller.

L’acido salicilico è anche un esfoliante
Questo abbattimento delle cellule della pelle promuove anche l’esfoliazione. L’acido salicilico è considerato un farmaco cheratolitico, il che significa che è perfetto per l’esfoliazione suprema. “I farmaci cheratolitici causano ammorbidimento e desquamazione dello strato superiore delle cellule della pelle”, afferma Rachel Nazarian, dermatologa certificata a bordo a New York City.

L’acido salicilico inoltre allenta e rompe i desmosomi (attacchi tra le cellule nello strato esterno della pelle). “Questa azione” desmolitica “incoraggia l’esfoliazione della pelle e il disfacimento dei pori”, afferma Sue Ann Wee, dermatologa di New York City.

 



 

“Un pensiero eziologico dell’acne è che le cellule della pelle non si comportano normalmente, e piuttosto che abbandonarsi attraverso un sano ciclo cellulare della pelle, si uniscono e ostruiscono i pori, creando cisti e punti neri”, afferma Nazarian. “L’acido salicilico aiuta a rimuovere e allentare queste cellule della pelle e aiuta a dissolvere i punti neri.”

L’acido salicilico funziona meglio su punti neri e punti bianchi
Schueller afferma che ci sono tre fattori che contribuiscono all’acne: un’anomala distensione delle cellule della pelle, l’eccessiva oleosità e l’azione dei batteri P. acnes. “L’acido salicilico aiuta con la prima causa dissolvendo il tipo di detriti cutanei che ostruiscono i pori e causano l’acne”, afferma.

Pertanto, la migliore acne da trattare con acido salicilico sono i punti neri e i punti bianchi. “L’acido salicilico può dissolvere direttamente i tappi di cheratina e regolare le cellule della pelle”, afferma Nazarian. “Ha una certa efficacia contro l’acne cistica a causa della sua attività antibatterica, ma meno dei classici punti neri e bianchi.”

Chi dovrebbe evitare l’uso di acido salicilico?
Puoi effettivamente usare troppo acido salicilico, che può diventare un problema. “Il principale effetto collaterale negativo dell’acido salicilico è la sua capacità di irritare e seccare la pelle in coloro che sono molto sensibili o che ne abusano”, afferma Nazarian.

“A seconda della concentrazione e del numero di applicazioni, alcune persone possono provare secchezza, desquamazione, arrossamento e irritazione della pelle”, afferma Schueller. Per questo motivo, quelli con la pelle già gravemente secca o sensibile dovrebbero considerare di evitare del tutto la SA. Inoltre, non è la scelta migliore se sei incinta o stai assumendo determinati farmaci, inclusi fluidificanti del sangue.

Cosa c’è di più serio: “L’applicazione di acido salicilico o qualsiasi salicilato a porzioni molto grandi del tuo corpo può portare ad avvelenamento da salicilato”. Quindi non applicare uno strato di tutto – attenersi solo alle aree soggette a acne.

Quali sono i migliori prodotti per la cura della pelle contenenti acido salicilico da utilizzare per l’acne?
Come per molte cose nella vita, la risposta a questa domanda dipende in gran parte dall’individuo. “A seconda della gravità della loro acne, posso raccomandare un lavaggio dell’acne [contenente SA], come il detergente LHA SkinCeuticals, che contiene una miscela di acidi salicilici”, afferma Wesley. “Per l’acne lieve che si verifica ogni tanto, un trattamento per l’acne può essere utile, soprattutto se applicato in anticipo.”

Alcuni dei nostri trattamenti spot a base di acido salicilico preferiti includono Clean & Clear Advantage Acne Spot Treatment e Murad’s Rapid Relief Acne Spot Treatment, che contengono entrambi il 2% dell’ingrediente.

Per quanto riguarda le concentrazioni, la Food and Drug Administration consente ai produttori di fare affermazioni contro l’acne per i prodotti contenenti acido salicilico se lo usano a livelli compresi tra 0,5% e 2%, quindi questa è l’intera gamma che troverai in oltre i prodotti per la cura della pelle contatore. Per i peeling chimici eseguiti nell’ufficio del dermatologo, la concentrazione può raggiungere il 20-30%, afferma Wesley.

Bonus: l’acido salicilico può aiutare con la forfora
L’acido salicilico non è solo per i punti neri, secondo gli esperti. “Ai livelli più bassi, l’acido salicilico può accelerare il processo di desquamazione e aiutare in condizioni come la forfora e la dermatite seborroica, che sono causate da un rallentamento delle cellule della pelle che si ritirano”, afferma Schueller. Abbastanza bello