L’importanza dei dispositivi anti abbandono

L’importanza dei dispositivi anti abbandono

Sono arrivati all’improvviso nelle nostre vite, ne sentiamo parlare ogni giorno. In radio, alla tv, sui social network e persino dal parrucchiere.

Il regolamento di attuazione dell’articolo 172 del nuovo Codice della Strada in materia di dispositivi anti abbandono è stato pubblicato il 23 ottobre sulla Gazzetta Ufficiale ed entrato in vigore 15 giorni dopo, il 7 novembre del 2019 (ai sensi dell’art. 10 delle preleggi).  

Trovo che sia davvero importantissimo stare davvero attenti ed essere prudenti sull’abbandono dei bimbi in auto. E’ assurdo nel 2019 dimenticare il proprio figlio in auto. Ahimè però potrebbe capitare magari durante periodi stressanti e frenetici, e quindi è importante che ci siano questi nuovi dispositivi che ci aiutano a ricordare che in auto con noi c’è un bambino. Meglio un segnale in più che non averne proprio.

L’obbligo riguarda l’installazione a bordo dei veicoli di un dispositivo di allarme la cui funzione è quella di prevenire l’abbandono dei bambini di età inferiore ai quattro anni. Si attiva nel caso di allontanamento del conducente e deve essere integrato nel seggiolino, oppure indipendente dal sistema di ritenuta del bambino.

Per agevolarne l’acquisto nel Decreto Fiscale è stato istituito un fondo e il riconoscimento di un contributo economico di 30 euro per ciascun dispositivo di allarme acquistato.

Il regolamento di attuazione dell’articolo 172 del Nuovo Codice della Strada in materia di dispositivi anti-abbandono di bambini di età inferiore a 4 anni è costituito da 7 articoli e 2 allegati, e ne illustra le caratteristiche tecnico-funzionali e gli obblighi dei produttori.

In sintesi, i primi cinque articoli individuano:

  • le definizioni usate
  • l’ambito di applicazione del decreto
  • le caratteristiche generali.

I successivi quattro contengono:

  • caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali essenziali
  • gli obblighi per il fabbricante
  • la vigilanza del mercato
  • il riconoscimento da parte di altri Stati Ue.

Parte integrante e imprescindibile del decreto sono:

  • Allegato A: Caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali
  • Allegato B: Modello di dichiarazione di conformità (ai sensi del Regolamento di attuazione dell’articolo 172 del Nuovo Codice della Strada in materia di dispositivi anti-abbandono di bambini di età inferiore a 4 anni).

Inizialmente si supponeva l’entrata in vigore del decreto il 6 marzo 2020
 
 Contrariamente a quanto si era sperato due settimane fa, l’obbligo di utilizzo di dispositivi anti-abbandono entra in vigore 15 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta e non dopo 120 giorni, arrivando quindi al 6 marzo del prossimo anno.

Perché un seggiolino sia a norma è importante che abbia dei sensori visivi e acusitici, e che sia possa collegare ad uno smartphone tramite un’apposita app, in modo tale che quando un adulto si allontana dall’auto senza il bambino, il dispositivo si attivi inviando sia un messaggio al telefono collegato, ma anche ad altri eventuali numeri, che allertando anche chi si trova vicino al veicolo con suoni e luci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto