Cose da vedere a Barcellona!

Cose da vedere a Barcellona!

Capitale della Catalogna e seconda città della Spagna , Barcellona è assolutamente incomparabile. È una delle poche città imperdibili con una propria identità. Ciò è in parte dovuto a una generazione di artisti e architetti degli inizi del XX secolo, come Antoni Gaudí, i cui edifici indimenticabili sono come niente che vedrai da nessun’altra parte.

1. Las Ramblas

Las Ramblas

Non importa che un sacco di gente del posto eviti questa sequenza di passeggiate che va da Plaça de Catalunya fino al Monumento a Colombo sul lungomare.

Se sei un turista è una di quelle cose che devi fare.

In estate sarai all’ombra degli alti platani e ti trascinerai tra le folle che passano statue viventi, artisti di strada, venditori di uccelli e chioschi di fiori.

Occasionalmente noterai l’odore di cialde (gofre) che vengono cotte.

Una volta arrivati ​​in acqua, potete continuare lungo le assi per visitare il centro commerciale Maremagnum o l’Acquario di Barcellona.

2. Sagrada Família

Sagrada Família

Qui è dove iniziare la tua avventura attraverso Barcellona e le opere oniriche di Antoni Gaudí.

La sua basilica minore è un progetto di dimensioni e ambizioni incredibili che è ancora solo circa tre quarti completato più di 140 anni dopo che Gaudí fu coinvolto per la prima volta.

Quando le sue guglie saranno finite, sarà l’edificio della chiesa più alto del mondo e difficilmente assomiglierà a nessuna struttura religiosa che tu abbia mai visto nella tua vita.

La Sagrada Família combina diversi stili architettonici tra cui il modernismo catalano, l’Art Nouveau e il tardo gotico spagnolo, ma il capolavoro di Gaudí sfida questo tipo di definizioni quando si guarda a bocca aperta sul soffitto della navata.

Per avere una guida sempre con te clicca qui

3. Casa Batlló

Casa Batlló

Un’altra delle creazioni più amichevoli da cartolina di Antoni Gaudí, questo condominio non è stato creato da zero, ma è stato una ristrutturazione intrapresa a cavallo del 20 ° secolo.

Non avrai bisogno di aver visitato Barcellona per riconoscere il tetto dell’edificio, le cui piastrelle sono le squame di un grande drago.

Come tutto il suo lavoro, l’interno e l’esterno di Casa Batlló hanno quella qualità sinuosa, con poche linee rette e un’abbagliante attenzione ai dettagli.

Prendi il camino a forma di fungo sul piano nobile, che come un’accogliente grotta è stato progettato per far riscaldare le coppie in inverno.

4. Casa Milà

Casa Milà

Capitale della Catalogna e seconda città della Spagna , Barcellona è assolutamente incomparabile. È una delle poche città imperdibili con una propria identità. Ciò è in parte dovuto a una generazione di artisti e architetti degli inizi del XX secolo, come Antoni Gaudí, i cui edifici indimenticabili sono come niente che vedrai da nessun’altra parte.Suggerimento: ottieni la Hola BCN Transport Cardper un accesso illimitato alla rete di trasporto – Un ottimo modo per incontrare viaggiatori affini è il Backpacker Pub Crawl

Conosciuta anche come La Pedrera, poiché la facciata dell’edificio assomiglia un po ‘alla faccia di una cava, Casa Milà fu completata nel 1912 ed è un altro edificio emblematico di Gaudí.

È una delle molte opere moderniste catalane classificate dall’UNESCO ed è stata la quarta e ultima costruzione di Gaudí sul Passeig de Gràcia.

Gli architetti apprezzeranno le innovazioni contemporanee qui, tra cui la facciata autoportante in pietra e il parcheggio sotterraneo.

È stato progettato per l’industriale Pere Milà i Camps come la sua casa di famiglia, con appartamenti in affitto ai piani superiori.

La coerenza tra il design dell’edificio e l’arredamento di Casa Milà è una vera gioia da vedere, ed è tutto da un momento in cui Gaudí era al top del suo gioco.

5. Spiagge della città

Barcelona City Beach

Il lungomare di Barcellona si estende per chilometri. Ci vorrà un’ora buona per andare a piedi da Barceloneta a Diagonal Mar a piedi, ma è una passeggiata che ti aiuta davvero a capire la città.

Le spiagge più occidentali come Sant Sebastià sono più frequentate e più turistiche, ma sono supportate dalla stretta rete di negozi e bar alla moda di Barceloneta con terrazze e posti a sedere all’aperto.

Mentre ti sposti sul lungomare dopo il Porto Olimpico troverai un po ‘più di spazio e più gente del posto a Barcellona.

Infine, proprio da Platja de Llevant si trova il nuovo e enorme centro commerciale Diagonal Mar, che rivitalizza una parte industriale della città.

6. La Boqueria

La Boqueria

Questa è una vista iconica e un’esperienza educativa in uno. C’è stato un mercato della Boqueria a Barcellona sin dal medioevo, sebbene questo punto esatto sia stato testimone del commercio per circa 200 anni.

L’elegante e caratteristico tetto in ferro e vetro che vedrai fu costruito nel 1914.

Sia che tu voglia fare un po ‘di shopping alimentare o semplicemente ammirare i luoghi e i suoni di un vivace mercato urbano, è un vero colpo d’occhio.

È una griglia di bancarelle permanenti che vendono frutta, verdura, salumi, formaggi e prodotti a base di olive.

L’intero mercato converge su un piano ovale di pescherie al centro.

Rinfrescati con una birra e una tapa in uno dei bar del mercato.

7. Camp Nou

Camp Nou

Nel quartiere occidentale di Les Corts si trova lo stadio da 99.000 posti, sede del FC Barcelona dal 1957.

È una delle cattedrali calcistiche europee e anche se non hai alcuna affinità con la squadra, devi visitare il Camp Nou per apprezzare la vertiginosa scala dell’arena.

E se sei un fan, sarai in paradiso, visitando lo stadio e sfogliando i cimeli di una delle squadre più prestigiose del mondo al museo.

Il tour dello stadio non è disponibile nei giorni delle partite o poco prima, quindi tieni d’occhio il calendario.

8. Parco Güell

Park Güell

Completa la tua esperienza con Gaudí con un viaggio in questo complesso di giardini su Carmel Hill.

Molti fanno il viaggio in questa parte di Gràcia per quegli splendidi panorami su Barcellona dalla terrazza principale del parco.

Avrai visto queste panchine a serpentina e i loro mosaici su cartoline e film.

Altrove ci sono colonnati, fontane e sculture, tutto nello stile distintivo dell’architetto.

Se non hai ancora avuto abbastanza Gaudí, puoi entrare nella sua Casa-Museo, dove visse dal 1906 al 1926, con mobili e oggetti decorativi progettati da lui in mostra.

9. Museo di storia della città di Barcellona

Museo di storia della città di Barcellona

Il Museo di storia conserva alcuni siti romani in tutto il Quartiere Gotico, come il tempio di Augusto e la Via Funerale in Plaça de la Vila de Madrid. Ma Plaça del Rei è dove puoi vedere l’antica storia di Barcellona in strati dettagliati.

Prenderai un passaggio fino a dove sono visibili i resti di una fabbrica di garum, lavanderie, tintorie e parti delle antiche mura di Barcino.

Il sito è grande, copre 4.000 metri quadrati, che esplorerai attraverso passerelle sopraelevate.

Mentre sali attraverso l’edificio del museo, avanzi nel tempo ed entri nelle volte del Palau Reial Major, sede dei Duchi medievali di Barcellona.

10. Montjuïc

Fontana Magica

Questo distretto cittadino è stato sviluppato per l’Esposizione Internazionale del 1929 e ospita numerosi musei di alto profilo tra cui il Museo Nazionale di Arte Catalana, il Museo di Archeologia e il Museo Etnologico.

Di quelli il museo d’arte è particolarmente raccomandato e le vedute della città dai suoi gradini sono sbalorditive.

Al di sotto di questo, e anche costruito per la mostra era la Fontana Magica, che mette in scena spettacoli di luci e musica ogni mezz’ora nei fine settimana. Questo è meglio visto di notte ovviamente.

In cima alla collina si trova la fortezza del 17 ° secolo, che vide l’azione nella rivolta catalana nel 1600 e durante la guerra civile alla fine degli anni ’30, dopo di che fu una prigione.

11. Fundació Joan Miró

Fundació Joan Miró

Proprio come Gaudí, Joan Miró era un artista tipicamente catalano e una visita al suo museo ti darà un’immagine più vivida dello spirito e dello stile di Barcellona.

La Fundació Joan Miró è stata fondata dall’artista negli anni ’60 per incoraggiare l’arte contemporanea a Barcellona, ​​e Miró ha lavorato a stretto contatto con l’architetto Josep Lluís Sert sul design dell’edificio del museo.

Ciò significa che c’è un’armonia tra il luogo e il lavoro al suo interno che non troverai molto spesso.

All’interno c’è una grande collezione di opere dell’artista, tra cui sculture, disegni e dipinti.

Ci sono anche mostre temporanee di arte del 20 ° e 21 ° secolo e tutti i tipi di progetti collaborativi ed educativi in ​​corso.

12. Gràcia

Quartiere di Gràcia

Se ti chiedi com’è la vita nelle piccole città della Catalogna, una visita a Gràcia è un modo per scoprirlo.

Questa zona non faceva nemmeno parte di Barcellona fino al 20 ° secolo e, grazie alla sua disposizione di strade affusolate e piazzette, sembra un posto diverso.

È una zona giovane, elegante e cosmopolita con studenti e artisti, quindi c’è una moltitudine di bar, caffetterie e negozi indipendenti da trovare.

Se vieni a Gràcia durante la Festa Major in agosto, l’area si trasforma mentre i residenti si riuniscono per decorare le singole strade in modi fantasiosi per essere i migliori del quartiere.

13. Palau de la Música Catalana

Palau de la Música Catalana

Questa sala da concerto di inizio secolo è un altro pezzo del patrimonio dell’UNESCO di Barcellona.

Fu costruito dal contemporaneo di Gaudí, Lluís Domènech i Montaner per l’Orfeó Català, una società corale di Barcellona.

Questo era un momento in cui gli investimenti e le commissioni di ricchi industriali catalani stavano aiutando una generazione di artisti e designer a creare un nuovo senso di identità catalana.

La sala è un luogo sublime per l’opera, le sinfonie e la musica folk, quindi dai un’occhiata al programma quando pianifichi il tuo viaggio.

14. Plaça de Catalunya

Plaça de Catalunya

Questo è il miglior punto d’incontro in città. È proprio in fondo all’elegante Passeig de Gràcia e in cima a Las Ramblas.

Se stai aspettando gli amici la sera per un pasto o ti stai preparando per una spedizione commerciale di giorno in nessun posto nella Ciutat Vella o nell’Eixample ci vorranno più di pochi minuti a piedi da questa grande piazza.

Il ramo principale di Barcellona di El Corte Inglés è proprio qui, e se sei nuovo in città e vuoi orientarti, potresti andare all’interno per prendere una mappa.

15. Mangiare a Barcellona

pintxos

Il cibo internazionale è eccellente a Barcellona, ​​soprattutto quando si tratta di noodle bar in stile japaese, che sono diventati popolari negli ultimi 10 anni.

Un’altra tendenza sono i pintxos, snack da bar in stile basco in cui vengono serviti deliziosi piatti come crocchette e pesce su un pezzo di pane tenuto insieme con uno stecchino (pincho).

Per uno spuntino tipicamente catalano c’è Pa amb tomàquet, pane rustico ricoperto da un mix di polpa di pomodoro e olio. Questo serve spesso come base per sandwich o bocatas.

Per un piatto principale qui sulla costa niente batte arròs negre, riso bollito con seppie o calamari, seguito da una ricca crema catalana per dessert. Dai un’occhiata ai tour gastronomici disponibili a Barcellona.

Suggerimento : dai un’occhiata ai tour offerti dai City Teller di Barcellona, offrono anche un tour a piedi gratuito! Un ottimo modo per iniziare la tua visita mentre imparerai di più sulla città e riceverai molti consigli su quali cose fare ed evitare durante il tuo soggiorno.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto